Le lavorazioni metalliche riguardano diversi tipi di lavorazione del metallo, come:

  • Il taglio laser, spesso utilizzato in naturale combinazione con il macchinario per la pressopiegatura e calandratura, consente l’esecuzione di lavorazioni metalliche con un’elevata flessibilità relativamente alla possibilità di personalizzare il prodotto. I macchinari per questo tipo di taglio sono: il Laser Fibra Salvagnini, principalmente dedicato al taglio di lastre di spessore significativo. Può trattare lastre di metallo di dimensione massima 3 x 1,5 m. e di spessore fino a 20 mm, di diverse tipologie di materiale: acciaio, alluminio, ottone e al rame, con limiti di spessore variabile; il Laser combinato Trumpf, dedicato a lavorazioni laser abbinate a lavorazioni di             punzonatura, con carico/scarico automatici. Può trattare lastre di metallo di dimensione     massima 2,5 x 1,25 m. e di spessore fino a 8 mm, di materiale di acciaio o di alluminio, con     limiti di spessore variabile.
  • La saldatura, TIG (Tungsten Inert Gas), MIG (Metal-arc Inert Gas), saldobrasatura, su ferro, acciaio, ottone, rame ed anche alluminio, viene eseguita grazie diversi tipi di macchinari.
  • La tranciatura e l’imbottitura vengono fatte grazie al reparto fornito di presse di potenza da 80, 100, 200 fino a 350 tonnellate; in grado di occuparsi anche della rifilatura e bordatura; con possibilità di lavorare nastri di metallo di larghezza da 100 fino a 700 mm e spessore da 0,6 fino a 3 o 5mm lavorazione di diverse tipologie di metallo: acciaio, alluminio, rame e ottone.

A chi rivolgersi per le lavorazioni metalliche?

Per le lavorazioni metalliche è importante rivolgersi ad aziende specializzate come Rolla (https://rolla.it/it/lavorazioni/), che si occupa di carpenteria leggera da ben 45 anni. In questa azienda, i servizi offerti per le lavorazioni metalliche non riguardano solo la realizzazione del prodotto, ma spaziano dalla progettazione e alla prototipazione, allo sviluppo di stampi e attrezzature, fino all’assemblaggio.